Risarcimento assicurazioni record con sentenza senza precedenti

0

E’ notizia degli ultimi giorni quella di un risarcimento di assicurazioni record! La giustizia ha emesso una sentenza che obbliga la Compagnia Assicurativa ad un risarcimento al malcapitato contraente che ha dovuto aspettare tempi biblici per il pagamento di un sinistro stradale.
Il Tribunale di Tivoli ha emesso una sentenza che farà giurisprudenza. In seguito alla denuncia per un pagamento avvenuto in forte ritardo la compagnia assicuratrice è stata costretta a risarcire una somma ben quattro volte superiore all’importo dovuto.

La sentenza in questione del Tribunale di Tivoli, la nr. 2428/2015 è finita sotto l’attenzione degli addetti ai lavori nel settore assicurativo perché cosa che non sempre accade, stavolta è stato rispettato il principio inalienabile che la legge è uguale per tutti.
Infatti il Tribunale di Tivoli stavolta ha condannato al risarcimento le compagnie assicurative dei veicoli coinvolti in un incidente stradale che è andato a danno di un ragazzo di trent’anni, intimando inoltre le compagnie al pagamento delle spese processuali e delle spese aggravate per una cifra ben quattro volte superiore alle spese processuali. Il risarcimento è stato richiesto dal tribunale alla luce del fatto che le compagnie assicurative hanno deciso di opporsi al giudizio pur non avendo alcun elemento per contestare.

Il sinistro stradale del trentenne
Il sinistro è avvenuto in un tratto di strada privo di strisce pedonali, il soggetto risarcito è stato investito da un veicolo che passava ad alta velocità e dopo il tamponamento di una seconda auto, ha investito il malcapitato provocandogli seri danni alla salute. Il danneggiato ha subito, in seguito all’incidente, molti interventi chirurgici e una lunga e costosa riabilitazione.
Il giudice aveva stabilito un risarcimento iniziale di 213.000 euro attribuendo il 95% delle colpe alla prima auto e il restante 5% alla seconda, condannando entrambe le compagnie assicurative al pagamento delle spese aggravate per lite temeraria.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.