Zurich congedo sedici settimane, tutto quello che c’è da sapere.

2020 inagurato con il botto per Zurich , aumenta il congedo di ben sedici settimane a tutti i genitori “primari” senza distinzione ne di genere ne di orientamento sessuale. Nel caso in cui i “co-genitori”, ( il genitore che si occupa meno della prole) , il congedo retribuito garantito sarà di sei settimane, da utilizzare dopo la nascita, o affido o l’adozione del bambino. Facendo vivere ai genitori , la gioia ,le apprensioni e l’impegno dei primi mesi , consentendo un più agevole rientro ” nel mondo del lavoro”.

Come funziona ?

Come anticipato il congedo genitoriale è fruibile solo esclusivamente e successivamente alla nascita/adozione/affido del bambino. Il genitore “primario”, ,sfrutterà le sedici settimane di congedo ,che dovranno essere utilizzate senza soluzione di continuità dalla nascita (o affido o adozione). Il co-genitore, invece, utilizzerà 2 settimane , ma potrà fruire delle 4 settimane restanti, in frazioni minime di 1 settimana, nei primi 2 anni del bambino.

Domanda ricorrente : Come si inseriscono questi congedi nell’ambito delle prestazioni dell’Inps?

Il congedo parentale di Zurich è un periodo di “astensione facoltativa ” dal lavoro, riconosciuta , per accudire il bambino nei suoi primi 12 anni di vita, per un massimo di 6 mesi, retribuito al 30% (sino agli 8 anni del bambini ). Il congedo genitoriale è invece , un periodo di astensione dal lavoro riconosciuto dal’azienda, retribuito al 100% a carico dell’azienda . La cosiddetta maternità obbligatoria: il genitore principale è la madre, il congedo coinciderà con la maternità obbligatoria; nel caso in cui il co-genitore sia il padre naturale, il congedo genitoriale coinciderà con quello di paternità obbligatoria.

L’iniziativa si affianca a tutti gli altri prodotti, misure fatte aDoc da Zurich ormai leader nel settore

Articoli simili


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *