Casi più frequenti di danni agli pneumatici

0

Se tenete alla vostra sicurezza allora dovete avere attenzione per gli pneumatici del vostro veicolo.
Il vostro veicolo sarà in sicurezza solo se le gomme sono in buone condizioni. Per cui se sono troppo usurate, non esitate a sostituire i vecchi con degli pneumatici nuovi

A chi non è successo di bucare improvvisamente una gomma mentre era in auto. Penso a tutti e fortunatamente nella maggioranza dei casi, il conducente non perde il controllo del veicolo in corsa ed è sufficiente cambiare la gomma. Se invece avviene lo scoppio di uno pneumatico ad alte velocità, ebbene, qualche volta la cosa può provocare gravi conseguenze. E’, dunque, buona norma controllare di tanto in tanto lo stato di salute delle tue gomme, perché se sono particolarmente usurate o in qualunque modo danneggiate rischiano di provocare problemi, più o meno gravi.
I danni più frequenti agli pneumatici sono:

  • segni e tagli
  • rigonfiamenti
  • incisioni
  • ruggine all’interno e conseguente indebolimento della gomma.

Uno pneumatico che presenta uno dei suddetti danni va sostituito, altrimenti aumenta il rischio di fare aquaplaning e soprattutto aumenta lo spazio di frenata. Per cui se si tiene alla propria sicurezza bisogna calcolare che dopo un certo numero di chilometri percorsi bisogna cambiare tutte le gomme del proprio veicolo.

Basti pensare che numerosi sinistri sono causati dall’usura degli pneumatici.
In questi casi molte compagnie assicurative non pagano l’interezza del danno perché considerano la mancanza di manutenzione del veicolo una forma di negligenza.

Gomme troppo consumate hanno il battistrada che non assolve più alla propria funzione sia di migliorare l’aderenza della ruota al fondo stradale, sia quella di prelevare l’acqua sulle strade bagnate e di tenerla lontana dalla gomma. Un pneumatico che non “galleggia” è soggetto al cosiddetto aquaplaning.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.