Assicurazione drone obbligatoria in Italia

0

Prima di parlare della’assicurazione del drone divenuta obbligatoria, per un provvedimento del Regolamento Enac, di dicembre del 2013, a partire dal 30 aprile 2014, vale la pena per chi non ne sa tanto rispondere a 2 semplici domande:
Cos’è un drone?
Si tratta di un robot, aeromobile, telecomandato a distanza, ovvero senza la presenza di un essere umano a bordo dell’apparecchio.
Cosa significa il nome drone?
In inglese questo velivolo è chiamato col nome del fuco, ovvero del maschio dell’ape. In italiano invece il  nome è di natura onomatopeica volendo imitare il ronzio grave tipico dei droni elettrici.

Nati per giochi hanno avuto una tale diffusione che si è preferito regolamentare il loro utilizzo e tutelare chi dovesse ricevere un danno attraverso l’introduzione di un’assicurazione obbligatoria del drone.
Ciò che in realtà è ‘obbligatoria è la cosiddetta polizza per la responsabilità civile verso terzi.
Intanto nell’ambito del regolamento Enac è divenuto obbligatorio per l’utilizzo di questi apparecchi anche il conseguimento di un vero e proprio patentino specificamente dedicato all’utilizzo di questi velivoli.
Ovviamente ci vorrà del tempo per raggiungere un equilibrio ma al momento i premi sembrano variare dagli 800-900 euro l’anno fino ai 3mila. La variazione così ampia dei premi dipende da due fattori:

  • Dal tipo di attività svolte (se c’è folla o meno)
  • Dal luogo dove avvengono.

Il Regolamento Enac distinguono due tipologie di velivoli radiocomandati:

  1. quelli utilizzati a scopo ricreativo o sportivo (anche detti “aeromodelli”)
  2. quelli utilizzati per attività professionali e lavorative (anche detti Apr). .

In base anche a questa distinzione ovviamente varia l’importo del premio dell’assicurazione del drone.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.